vendee.jpg
    Vendée Globe

    Patrick RieupeyroutJean Martins
    P. RieupeyroutJ. Martins

    Patrick Rieupeyrout (Managing Director di Harken France) e Jean Martins (Responsabile del Servizio Tecnico) lavora insieme da oltre 20 anni a La Rochelle, una delle patrie dei navigatori oceanici.
    Patrick e Jean hanno seguito e seguono i piani di coperta e l'attrezzatura di tutte le più importanti inmbarcazioni oceaniche, dagli Open 60 e 40 ai giganteschi multiscafi oceanici passando anche dai MiniTransat.

    L'attrezzatura degli Open 60

    A colloquio con
    Patrick Rieupeyrout e Jean Martins di Harken France
    11/4/2016

    Quale legame esiste tra Harken e la regata oceanica Vendée Globe?
     
    Patrick Rieupeyrout: alcuni marinai francesi attraversavano oceani già nel 1980, ma un giorno del 1989 un "pazzo francese", Philippe Jeantot, ha inventato una nuova sfida: una gara in solitario intorno al Mondo senza scalo e senza assistenza!
    E' stato allora che il nostro legame con questa incredibile regata si è avviato, ma il nostro rapporto con alcuni skipper di Open 60 è iniziato molti anni prima della Vendée Globe, quindi siamo stati la loro scelta naturale.
    Ci siamo però anche resi conto che per queste imbarcazioni era necessario creare Winch e Attrezzatura che richiedessero una manutenzione praticamente nulla e che dovevamo lavorare a stretto contatto con gli skipper. Harken France ha accettato questa sfida con skipper come Titouan Lamazou, Philippe Poupon, Alain Gautier, e Philippe Jeantot.

    Fleury Michon Vendee Globe 1989-90

    Fleury Michon---Vendée Globe 1989-'90
    foto Jacques Vapillon

    Jean Martins: Harken aveva già una grande reputazione per l'attrezzatura da regata e quindi abbiamo avuto l'opportunità di equipaggiare le imbarcazioni principali partecipanti alla prima Vendèe quali Fleury Michon X di Philippe Poupon, Ecureuil d'Aquitaine II di Titouan Lamazou (il vincitore), Crédit Agricole IV di Philippe Jeantot e Generali Concorde di Alain Gautier. Così siamo andati avanti e ci siamo guadagnati sempre di più la fiducia di tutti questi navigatori oceanici.

    Quali sono le ultime tendenze
    per quanto riguarda l'attrezzatura di coperta degli Open 60?
     

    PR: gli Skipper vogliono sempre più potenza, controllo ed efficienza riducendo al minimo il peso. La classe Open 60 si è molto concentrata su quest'ultimo punto: le barche partecipanti alla prima edizione avevano diciassette Winch, quelle partecipanti all'ultima solo 5 con un Pedestal.

    JM: uno dei punti più critici è rappresentato dalla necessità di concentrare tutte le manovre in pozzetto per rendere gli interventi dello Skipper il più sicuri possibili.

    Qual è stata la sfida di  Harken nell'ultima Vendèe?      

     JM: Nel 2004 gli Open 60 erano del 25% più rigidi rispetto ai loro predecessori; quelli attuali lo sono invece del 30%, ma rispetto a quelli del 2004!
    E' evidente qual'è il nostro impegno per realizzare attrezzatura di coperta in grado di seguire ques'evoluzione.
     

    PR: La sicurezza è uno degli obiettivi primari negli open 60 e , pertanto, anche l'attrezzatura di coperta dev'essere affidabile e i singoli navigatori devono essere in grado di gestirla facilmente e in tutta sicurezza dal pozzetto. 

    Come possono i croceristi beneficiare
    degli sviluppi dell'attrezzatura su barche come gli Open 60?

     PR: Racing per Harken è sinonimo di ricerca e sviluppo che poi trasferiamo a tutti i nostri prodotti da i cruiser racer, ai monotipi fino alle barche da crociera.

    La classe Open 60 ha raggiunto
    la sua massima evoluzione o esistono ulteriori spazi di sviluppo?
     

    PR: Non mi sento di dire che questa classe ha raggiunto il suo limite. Ogni volta che viene presentata un nuovo Open 60 innovativo si è portati a credere di aver raggiunto il limite, ma così come i record sono fatti per essere battuti anche i mostri da regata vengono costruiti per po poterne fare degli altri ancora più veloci e performanti.

    JM: C'è sempre spazio per migliorare le attrezzature esistenti e svilupparne di nuove.


    UTILIZZIAMO I COOKIES PER UN CORRETTO FUNZIONAMENTO DEL SITO.

    PER CONTINUARE A USARE IL SITO ACCETTA I COOKIES, ALTRIMENTI ALCUNE PARTI DEL SITO POTREBBERO NON FUNZIONARE CORRETTAMENTE.

    Per saperne di più visualizza la Privacy Policy.

  • United States
  • Australia
  • France
  • Italia
  • New Zealand
  • Polska
  • Sverige
  • UK