Olaf-Harken-1.jpg

    OLAF THEODORE HARKEN

    21/10/2019

    Con profonda tristezza Harken annuncia la morte del proprio fondatore Olaf Harken, avvenuta il 21 ottobre a Pewaukee nel Wisconsin.

    Olaf, che lascia la moglie Ruth, tre figlie e 5 nipoti, era nato il 6 maggio 1939 a Medan in Indonesia. Oltre ai funerali che avranno luogo a Pewaukee, ci sarà una celebrazione della vita di Olaf in occasione del METS, il Salone di Amsterdam a novembre.

    Olaf Harken e Peter, suo fratello maggiore, hanno fondato insieme l'azienda di grande successo che porta il loro nome, lavorando duramente, offrendo eccellenza e divertendosi ogni giorno.

    Fin dall'inizio i fratelli Harken hanno compreso che il vero carburante del successo di un'azienda sono le persone.

    "Peter ed io non siamo stati particolarmente bravi", ha detto Olaf nelle sue memorie del 2015 Fun Times in Boats, Blocks & Business, "ma eravamo consapevoli che il successo è legato direttamente alla fiducia, al rispetto delle persone e forse anche ad una certa dose di umorismo".

    Nel 2014, Olaf è stato inserito insieme a Peter nella National Sailing Hall of Fame. Proprio in quell'occasione spiegò con queste parole la loro filosofia aziendale: “Quando proviamo a fare qualcosa di nuovo, la nostra regola è chiederci: se tutto andasse male, potremmo sopravvivere?  Poi andiamo al bar, dimentichiamo quello che abbiamo appena detto e lo facciamo comunque!”

    Nella storia di Harken ci sono stati colpi di scena, svolte, successi e reinvenzioni, ma l'obiettivo è sempre rimasto quello di sfidare lo status quo e l'impegno ad essere sempre in prima linea, At The Front.

    Così Peter ha ricordato il fratello parlando alle persone di Harken riunite davanti a lui:

    "Mio fratello ha portato avanti tutto il lavoro duro in modo che io potessi occuparmi della parte divertente. Nei primi tempi dell'azienda, Olaf era responsabile delle finanze e ci ha permesso di continuare e crescere. Se fossi stato io al suo posto, probabilmente ci saremmo trovati in guai seri.

    La sua eredità sta proprio in questa mentalità. Continuiamo quindi a fare quello che facciamo migliorandoci sempre. Voi siete una grande famiglia. Lui vi guarda per cui non lasciatevi andare”

    Bill Goggins, CEO di Harken, ha voluto ricordare Olaf con queste parole tratte dalla sua stessa autobiografia:

    "Peter ed io abbiamo sempre creduto che ci sia una parola che dovrebbe applicarsi a qualsiasi azione e decisione. Questa parola è: onestà.
    Ho ricevuto la mia prima lezione di onestà agli inizi della nostra attività, quando stavamo costruendo le prime sei barche per l'Ohio State University.
    Come spesso capita nei cantieri, eravamo indietro di parecchie settimane. Quando i nostri clienti hanno chiamato per sapere quando avremmo effettuato la consegna, ho mentito dicendo che sarebbero state pronte in circa una settimana. Peter mi ha sentito e si è infuriato. Mi ha fatto richiamare i clienti per dire loro che avevo sbagliato, che eravamo più indietro e che non saremmo stati in grado di consegnare per ancora qualche settimana. E' stato molto imbarazzante, ma anche una lezione importante. Per prima cosa non avrei dovuto continuare a mentire le settimane successive. La seconda è che affrontare subito la situazione è molto più facile che continuare ad inventare una bugia dopo l'altra. Non è facile da fare, il cliente sarà arrabbiato e deluso, ma la cosa finisce lì".

    Sempre Bill Goggins ha continuato così:

    "Quello appena trascorso è stato un fine settimana fantastico per Olaf. Sabato sera il Pewaukee Yacht Club ha onorato Olaf con un Lifetime Achievement Award ed una standing ovation. Si è alzato, ha camminato e ha ritirato il premio con la sua consueta eleganza e rispetto. La domenica è trascorsa in famiglia guardando la partita dei Packers e con una tranquilla passeggiata sotto il sole insieme al fratello Peter. Si è spento pacificamente nel sonno con i suoi cari vicini.”

    Olaf Harken è nato in Indonesia, all'inizio della Seconda Guerra Mondiale, da genitori olandesi e svedesi. Nel 1941 i giapponesi attaccarono l'Indonesia. Durante i combattimenti ed i bombardamenti notturni, Peter, Olaf e la madre riuscirono a fuggire nel Borneo. Il padre Joe, si unì all'esercito olandese e aiutò a combattere i giapponesi fino a quando fu catturato. Joe fu imprigionato per cinque anni e fu liberato solo alla fine della guerra. Nel frattempo, Peter, Olaf e la madre Ulla vissero prima nel Borneo, poi si trasferirono in Nuova Zelanda per un anno, in Australia per un altro anno ed infine a San Francisco nel 1944. Qui si riunirono miracolosamente con il padre nel 1946, dopo la fine della guerra.

    Dopo aver studiato alla Georgia Tech, Olaf lavorò come ingegnere a New York City, ma nel 1967 fece ritorno in Wisconsin per aiutare Peter a costruire barche per il mercato universitario.

    "Perché a quel tempo presi questa decisione non lo saprò mai", disse Olaf.

    All'interno dell'ufficio c'erano un paio di porte appoggiate su cavalletti da falegname usate come scrivania, una vecchia macchina da scrivere, un telefono e un archivio. Una sottile parete di plastica separava gli uffici dall'area di lavorazione della fibra di vetro e dall'area di assemblaggio. Il marketing si faceva quando si rientrava alla sera, Peter alla guida della vecchia Chevy wagon e Olaf sul sedile posteriore a scrivere a macchina le brochure. Quel primo anno hanno il fatturato fu complessivamente di 3.800 dollari.

    I fratelli Harken non sanno esattamente quando è accaduta l'inversione, ma Olaf l'ingegnere finì per gestire il lato commerciale di Harken mentre Peter, l'economista, si occupò di progettazione e produzione. "Peter ha progettato i bozzelli e sapeva più di me sulla produzione", ha detto Olaf. "Olaf era più paziente e più bravo di me in economia", ha detto Peter. "Ognuno di noi era più bravo in quello che l'altro aveva studiato. Lo abbiamo tenuto segreto, pensando che le persone non avrebbero apprezzato dei bozzelli progettati da un economista".


    UTILIZZIAMO I COOKIES PER UN CORRETTO FUNZIONAMENTO DEL SITO.

    PER CONTINUARE A USARE IL SITO ACCETTA I COOKIES, ALTRIMENTI ALCUNE PARTI DEL SITO POTREBBERO NON FUNZIONARE CORRETTAMENTE.

    Per saperne di più visualizza la Privacy Policy.

  • United States
  • Australia
  • France
  • Italia
  • New Zealand
  • Polska
  • Sverige
  • UK